Profile Photo

Salvatore Esposito

Classe ’83. Metese della Penisola Sorrentina. Politica, Viaggi e Storia.
La Juve e gli Oasis.
Collaboratore di testate giornalistiche locali online e cartacee.
Diplomato all’Istituto Nautico di Piano di Sorrento e studi in legge all’Università Federico II di Napoli. Master in Psicologia Giuridica.
Amo la storia locale ed universale, la politica in tutte le sue mille sfaccettature e vagabondare per il mondo non come turista, ma con l’animo e la curiosità del

Pd, la proposta: passare da 20 a 12 Regioni

Politica
23/11/2015 0 comments
Share on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Ridurre le Regioni d’Italia da 20 a 12 è quanto prevede una proposta di legge a firma dei deputati del Partito democratico Roberto Morrassut e Raffaele Ranucci.

12-regioni-italianeUna nuova proposta di legge è stata presentata in Parlamento dal Partito democratico guidato dal segretario nazionale e Presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, che potrebbe, se approvata un giorno, ridisegnare il volto politico della Repubblica italiana. L’idea, depositata alla Camera  dei Deputati dal Pd lo scorso autunno, ha come scopo quello di accorpare le varie Regioni italiane passando dagli attuali 20 enti regionali a soli 12.Non può negarsi che negli ultimi 15 anni – spiegano i promotori della proposta di legge, Roberto Morassut e Raffaele Ranucci – sono venute crescendo a livello regionale forme di dispersione della pubblica amministrazione, con sprechi di danaro pubblico e con forme di inquinamento non controllabili”.

In base alla proposta di legge dei democrat, l’Italia potrebbe essere suddivisa in questo modo:

  • Regione Alpina: comprende Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria.
  • Regione Lombardia: è uguale all’attuale Lombardia.
  • Regione Triveneto: comprende il Trentino Alto-Adige, il Friuli Venezia Giulia e il Veneto.
  • Regione Emilia Romagna: ingloba nell’attuale Emilia Romagna la provincia di Pesaro e Urbino.
  • Regione Appenninica: praticamente l’antica Etruria. Toscana e Umbria, più la provincia di Viterbo.
  • Regione di Roma Capitale: comprende la sola Provincia di Roma.
  • Regione Adriatica: Abruzzo più gran parte delle Marche e metà Molise e un pezzo di Lazio. Cioè tutte le province abruzzesi più le province di Macerata, Ancona, Ascoli, Rieti e Isernia.
  • Regione Tirrenica: Campania più sud Lazio, cioè le province di Latina e Frosinone.
  • Regione del Levante: Puglia più metà Molise e metà Basilicata. Alle cinque province pugliesi si aggiungono quella di Matera e quella di Campobasso.
  • Regione del Ponente: la Calabria più la provincia di Potenza.
  • Regione Sicilia: invariata.
  • Regione Sardegna: invariata.

 

 


Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *