Profile picture of laura naimoli

laura naimoli

Correva l’anno 1982. L’anno dei mondiali, l’anno dei campioni.
E quello fu, però, pure l’anno degli sfigati. Non solo perché nacque lei, ma perché la classe ’82 è stata bistrattata da riforme e controriforme, a partire dall’esame di stato con tutte le materie e tutti i professori fino alla pensione, che non vedranno mai.
Cresciuta con la sindrome di Jo March, tutt’oggi scrive, legge, legge e scrive.
Negli spazi di tempo non respira, boccheggia. In attesa di volare verso l’Isola che non c’è, si costruisce mondi paralleli per garantirsi la sopravvivenza.
In fulgidi momenti di lucidità scrive per un quotidiano, per due blog, e sulle pareti della sua casa.